fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto a Silvana e al suo Home Restaurant Girasole!

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Home Restaurant Girasole nasce un po’ per caso, cercando nel web qualche idea innovativa per sfruttare le nostre passioni ed al tempo stesso avere un piccolo introito. Questo nuovo modo di fare ristorazione che premia la socialità e la condivisione, ci è piaciuto molto e rispecchia il nostro modo di essere: socializzare e far gustare i nostri prodotti caserecci. Da quando abitiamo in campagna abbiamo un orto e qualche animale, per noi mangiare genuino e con prodotti del territorio è fondamentale! Altri aspetti importanti: vogliamo salvaguardare la tradizione culinaria e culturale dell’Ogliastra e creare momenti di socializzazione che a causa del digitale si stanno perdendo.

 

 

 

Caratteristiche della tua cucina?

Genuina, a Km0, Home Made, tradizionale.

 

 

 

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

Culurgiones e maialetto allo spiedo.

 

 

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

Sono 2 aspetti che si sposano con il nostro modo di vivere quotidianamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

Secondo me le criticità dell’Home Restaurant sono dovute al fatto che è un’attività ancora poco conosciuta, la gente pensa di arrivare in un ristorante vero e proprio o in un agriturismo. Potrebbe non capire l’occasionalità o le norme generali da rispettare per esercitare questi eventi. Le potenzialità sono tante perché i turisti apprezzano tanto sentirsi a casa, mangiare prodotti tipici e condividere opinioni, curiosità e informazioni sulla tradizione culinaria e culturale del luogo che visitano.

 

 

 

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

Se i social media vengono gestiti nella maniera adeguata sono una grandissima opportunità per promuoversi e rendere più redditizia l’attività. Mia figlia che ha studiato comunicazione e social media gestirà le pagine e creerà un sito per sponsorizzare al meglio questi eventi.

 

 

 

 

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Non credo sia corretto richiedere di trasformare l’immobile con regole troppo stringenti sull’agibilità e le questioni igienico sanitarie altrimenti si perderebbe il senso di questa attività e si dovrebbe optare a fare ristorazione vera e propria. Per le questioni fiscali mi affiderei a un esperto commercialista.

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

Non credo sia una concorrenza sleale in quanto quello che propone un Home Restaurant è completamente diverso: giorni e orari limitanti, numero di posti ridotti allo spazio della propria abitazione, cibo più casareccio e condiviso con i padroni di casa. I motivi che mi portano a scegliere di andare in un ristorante sono completamente diversi.

 

 

 

 

 

 

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Una passione: ho lavorato come cuoca per tanti anni e amo la cucina, preparo sempre per i miei parenti e amici dei piatti sfiziosi e genuini con le materie prime che ho a disposizione. Normalmente mio marito lavora l’orto e cura degli animali in casa, siamo una famiglia che non si ferma mai.
L’Home Restaurant è un modo per far conoscere il nostro stile di vita e far apprezzare la bontà del cibo preparato in casa ma anche e soprattutto stare in compagnia.

 

 

 

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Bisogna essere disposti a condividere la propria casa (il posto in cui tu stai più in intimità) con dei perfetti estranei, bisogna essere pazienti per le richieste che vengono fatte e cercare di far capire sempre le ragioni che ci spingono a fare una cosa piuttosto che un’altra. Non è un’attività aperta al pubblico ma si lavora con il pubblico perciò teniamo conto di tutto ciò che questo comporta.

 

 

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

Si, avendo avuto gli spazi mi sarebbe piaciuto.

 

 

 

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant  Girasole?

Scopri di più!

 

 

Author: Maria Grazia Sabione

info