fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto a Maria Antonietta e al suo Home Restaurant Soleluna!

 

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Sono una persona curiosa e creativa. Ho scelto di intraprendere questa attività perché amo cucinare, avere un orto e condividere soprattutto con le persone che amano gli animali, un modo di vivere naturale, che si ciba prevalentemente di ortaggi, legumi, frutta.
In questa parte della regione (prevalentemente turistica nel periodo estivo) non ci sono strutture che cucinino per i vegani.

 

 

 

 

Caratteristiche della tua cucina?

Vegana, vegetariana ed etnica.

 

 

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

Cous cous tunisino.

 

 

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

Per me è salute: vivere in campagna e coltivare il proprio orto è fondamentale. Amo il Km0 e la cucina locale.

 

 

 

 

 

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

Secondo il mio parere l’home restaurant ha una marcia in più rispetto ai ristoranti tradizionali: convivialità e condivisione. Una criticità potrebbe essere dettata dal fatto che, non essendoci ancora “regolamentata” con una legge, potrebbe infastidire i ristoratori locali (anche se stiamo parlando di differenti realtà, sui numeri, sul servizio, ecc.).

 

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

I social sono una buona vetrina: spendere tempo potrebbe essere utile al fine di portare ulteriori guadagni. Bisogna investire un pò di tempo soprattutto inizialmente.

 

 

 

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Chi sceglie l’home restaurant sa a cosa può andare incontro. Non è un ristorante classico.

 

 

 

 

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

La differenza sostanziale consiste nella condivisione del cibo e dello stare insieme, cosa che il ristorante non fa. Un’altra differenza è che nell’home restaurant puoi trovare delle pietanze “particolari” che nella cucina tradizionale dei ristoranti non si trova più.

 

 

 

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Per me principalmente rappresenta una passione, per il cibo e per le persone che apprezzano il vegano e il vegetariano; secondariamente è un secondo reddito.

 

 

 

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Cimentarsi, provare, appassionarsi, fari prendere la mano e la gola!

 

 

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

Mio figlio gestisce a pochi passi già un B&B.

 

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant Soleluna?

Scopri di più!

 

 

Author: Maria Grazia Sabione

info