fbpx

Home Restaurant Hotel dà il benvenuto ad Eleni e al suo Home Restaurant Apriti Sesamo – Cucina greca!

 

Raccontaci qualcosa di te e del tuo home restaurant: perché hai scelto di intraprendere questa attività?

Nata e cresciuta in Grecia, arrivo in Italia per motivi di studio, già con un bagaglio di conoscenze culinarie non indifferente per la giovane età. In Italia ci resto per amore, mentre passione, studio delle culture culinarie (greca e italiana) ed esperienze continuano a crescere. Arrivano i figli però a tirare il freno a mano, monopolizzando tutte le mie energie e risorse per un po’ di anni e fino a che i tempi non siano maturi per buttarmi nuovamente tra i fornelli (anche quelli professionali), il mio blog mitiga il bisogno di condividere la mia tavola, di aprire al mondo la mia cucina, donando ciò che come un bottino ho raccolto e nascosto in termini di conoscenze. Il social eating è il virtuale che diventa reale. Il piacere della buona tavola, condivisa realmente e non solo tramite il web. Ed è infine la realizzazione di una visione di me concepita nel lontano 1992, quando mio papà, vedovo da 2 anni mi raccontava che con la nuova compagna andava spesso a mangiare in montagna, nella casa di due anziani che per avere qualche spicciolo per completare il sistema di autosussistenza che avevano messo in piedi, dividevano i loro prodotti a tavola in cambio di un piccolo contributo economico e un po’ di compagnia. E io mi immaginavo come quei due anziani, che accoglievano i viandanti come figli. L’unica cosa che non quadra è che mi immaginavo come loro, in una casa in mezzo al bosco, invece mi è capitata una a 300 metri dal mare, ma sono sicura che saprà essere lo stesso accogliente.

 

 

 

 

 

Caratteristiche della tua cucina?

Cucina tradizionale greca, casalinga, purista, tramandata dalla nonna materna ancora in tenera età. Cucina come veicolo di storie di un paese e di un popolo. Pietanze che nutrono l’anima, ancor prima che il corpo. La mia soul kitchen.

 

 

 

Un piatto caratteristico che un cliente di fuori deve necessariamente assaggiare per comprendere a pieno la tua cucina?

Una pita! Direi una pita qualsiasi, fatta di pasta filo tirata a mano con uno dei ripieni tradizionali, che sia di spinaci, di carne, di formaggio feta o di zucca. Una pita e l’insalata greca, massima espressione di un paese agropastorale oltre che a vocazione turistica.

 

 

 

 

Cosa ne pensi del km0 e della cucina tipica locale?

Il Km0 dovrebbe essere la prerogativa di ogni cucina. Professionale o casalinga che sia. Km0 significa cucina ecosostenibile ed economia locale supportata. Due fattori che devono stare a cuore a tutti se vogliamo evolvere in modo armonioso. Tuttavia quando parliamo di cucina etnica alcuni prodotti fondamentali non possono che avere una denominazione di origine controllata, come l’olio d’oliva extravergine per esempio, il formaggio feta, o alcuni tipi di legumi . Frutta, verdura, pesce e carne però non possono che essere a km0.

 

 

 

 

 

Una riflessione sul ruolo degli home restaurant nel sistema turistico italiano. Quali sono le criticità e le potenzialità?

Gli Home Restaurant, possono costituire un’opportunità di crescita del sistema turistico italiano. Le particolarità di ogni casa che apre le sue porte, può costituire un approcciarsi ad un luogo e ad un popolo in modo veramente autentico che non fa che promuovere le realtà turistiche locali.

 

 

 

Parliamo di social media: quali sono i risultati in termini di immagine e di redditività che possono portare i vari social media? Se hai un profilo con la tua attività: gestisci direttamente l’account e quanto tempo richiede la gestione di questa attività social?

I risultati in termini di immagine e di redditività dei social media è proporzionale al tempo dedicato alla loro cura. Apriti Sesamo – Cucina greca, oltre che come blog sul web, si trova come pagina Facebook, come account su Instagram e sul Twitter. La loro gestione richiede molto tempo effettivamente e comunque sì, mi occupo personalmente.

 

 

 

 

 

Se oggi avessi la possibilità di regolamentare l’attività di home restaurant, come struttureresti le varie questioni fiscali, di agibilità dell’immobile e quelle igienico-sanitarie?

Più che altro sorveglierei affinché non venisse snaturata la sua essenza di condivisione della cucina di casa propria in modo saltuario. E poiché l’immobile a disposizione è quello della propria abitazione e chi aderisce ad eventi svolti in una casa privata, lo fa con la consapevolezza di recarsi presso una abitazione, non vedo perché dovrebbe essere richiesto un certificato di agibilità dell’immobile. Se così fosse dovrebbe essere esteso a tutte le abitazioni private, a prescindere che siano messe a disposizione per eventi di social eating o meno. Lo stesso vale per le questioni fiscali. Per la questione igienico -sanitarie invece sarebbe il caso che ci fosse l’obbligo della certificazione HACCP.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molti sostengono che gli home restaurant possono rappresentare una concorrenza sleale nei confronti dei ristoranti, cosa ne pensi? Descrivici le principali differenze tra un ristorante ed un home restaurant.

Home restaurant è la cucina casalinga che si apre ed accoglie piccoli gruppi di commensali con la stessa passione per lo scambio e la condivisione. È la voglia di conoscere nuove persone. Social eating e ristoranti sono due esperienze differenti e complementari. Rispettando la formula occasionale non vedo come possano gli home restaurant fare concorrenza e addirittura sleale ai ristoranti. In questi termini anche chi fa pizza da asporto fa concorrenza sleale a chi offre servizio di ristorazione in sala.

 

 

Per te questa attività cosa rappresenta? Una passione, una fonte di guadagno primaria, un secondo reddito…

Una passione, la realizzazione di una visione di me, un opportunità di crescita personale, un contributo economico che mi permette di nutrire la mia passione senza gravare sulla famiglia.

 

 

Consigli per chi vuole avviare un’attività di home restaurant?

Avviarla mettendosi in regola e portare alto l’onore della sua natura di pura condivisione culinaria e scambio umano. Unirsi al “Home restaurant Hotel”.

 

 

Se potessi avviare un’attività di b&b collegata al tuo home restaurant lo faresti?

Sì, lo farei e forse lo farò, visto che ho la possibilità logistica di estendere l’accoglienza. Sempre e nella misura in cui mi apporta benefici in termini di scambi umani, di condivisione e di amicizia. Per adesso le stanze in più restano a disposizione degli amici di vecchia data e dei parenti.

 

 

 

Vuoi provare l’Home Restaurant  Apriti Sesamo – Cucina greca?

Scopri di più!

 

 

 

 

 

Author: Maria Grazia Sabione

info