fbpx
Home restaurant Hotel

Il Questore di Napoli si dissoci

La Confesercenti Campania organizza corsi a pagamento contro la Legge recando danno al settore Home Restaurant a favore del sistema massomafioso, incredibile sentirli parlare di Legalità con il Questore di Napoli. 

 

Napoli: La Home Restaurant Hotel srl piattaforma leader in Italia nel settore Home Restaurant, presente in oltre 200 città italiane, porta all’attenzione pubblica quanto è accaduto nei giorni scorsi a Napoli presso la Confesercenti Campania dopo che nella giornata di ieri Vincenzo Schiavo, Presidente della Confesercenti Campania ha incontrato il Questore di Napoli Maurizio Agricola. Il sistema mafioso è cambiato ed oggi è gestito da colletti bianchi, per questo la Home Restaurant Hotel srl ha gia esposto presso l’ autorità giudiziaria quanto è accaduto a Napoli il 14 settembre 2023. La Confesercenti che per anni ha massacrato pubblicamente e non il settore Home Restaurant, ha organizzato un corso per avviare Home Restaurant il 14 settembre presso la sede Confesercenti Napoli. Un evento a pagamento, prosegue Gaetano Campolo Ceo della Home restaurant Hotel, dal costo di 50 euro per ricevere informazioni false e non inerenti al settore Home Restaurant oltre che promettere accesso al credito per un settore come quello dell’Home Restaurant che ancora manca di legge e codice Ateco. Nel Gennaio 2017 le Lobby hanno fortemente pressato ed ottenuto la ddl home restaurant 26/47 che fortunamente abbiamo fatto Bocciare dall’Antitrust in quanto discriminatoria e limitatoria. Tutto diventa legale basta farsi vedere con il Questore, pensa Vincenzo Schiavo nonostante la Confesercenti Napoli promuove un corso a pagamento, nel silenzio più totale, dopo vari articoli contro il settore Home Restaurant a firma di Roberto Calugi Direttore Generale Nazionale della Fipe Confesercenti, dopo una petizione contro il settore Home Restaurant organizzata con il supporto di Chef stellati ed il favoreggiamento a piattaforme di Bologna che non rispettano il bollettino Antitrust ma che fanno parte del sistema massomafioso, tutto questo per cercare di controllare e limitare il settore Home Restaurant, con il risultato che per 9 anni e 6 mesi stanno letteralmente bloccando la crescita del settore anche all’estero visto che noi siamo i titolare dei domini madre o native. Il Questore di Napoli a favore di tutti i nostri associati dovrebbe prendere le distanze da Vincenzo Schiavo ed invece dovrebbe accertare quanto accaduto dentro i locali di Confesercenti Napoli il 14 settembre 2023 perché essere usato come bandierina della legalità è un vero e proprio fallimento di Stato. Per concludere la Home Restaurant Hotel srl lavora in assenza di legge proprio grazie al Parere del Ministero dell’Interno del febbraio 2019 e grazie all’articolo 41 che determina la libertà di iniziativa economica privata per questo tutto i nostri iscritti hanno regolare comunicazione Questura unico documento da presentare per avviare questa attività al contrario di False Scia o False presentazioni Suap non prevista da nessuna legge di settore.

Il Questore di Napoli è invitato dunque dalla Home Restaurant Hotel srl in rappresentanza di oltre 1000 italiani iscritti nella piattaforma Home Restaurant Hotel srl, a dissociarsi dal Presidente della Confesercenti facendo invece luce rispetto a quanto accaduto il 14 settembre giorno in cui la Confesercenti ha provato ad uccidere il settore Home Restaurant.

Author: Gaetano

Leave a Comment

PRENOTA ADESSO!