fbpx
Da Bologna Today

Due donne e un crowdfunding per avviare un’impresa locale: “Il nostro sogno è un Home restaurant e Centro di ricerca personale”.

Emilia e Alice: “Abbiamo bisogno di 5mila euro per realizzare la cupola nel nostro giardino che ospiterà le persone. E’ li che saranno svolte tutte le attività”

 

“Il nostro progetto parte dal desiderio di unire esperienza, passione per l’agricoltura, la cucina naturale e le piante aromatiche. Partendo da un Home Restaurant vorremmo creare un luogo di salute, cibo, terra e amore aprendo le porte della nostra casa per portare le persone in una terra magica dell’Appennino. Vorremmo fare rete con le realtà genuine della zona”. Emilia Marcello e Alice Rasetti sono due donne con un’idea ben chiara: aprire, nonostante il difficile periodo, un’impresa locale. Siamo a Loiano, precisamente a Farnè di Scascoli, dove sorge Le Susine: il luogo dedito alla creazione di qualcosa di innovativo. “Nel dettaglio – ci spiegano Emilia e Alice –  vorremmo creare oltre un Home restaurant un vero e proprio Centro di ricerca personale. Un luogo dove le persone vengono sia per mangiare sano sia per fare incontri di counseling o di naturopatia, ascoltando musica e riprendendo contatto con la natura e soprattutto con la propria interiorità”.

Entrando nel dettaglio ci spiegano: “A breve ci costituiremo come azienda agricola ma abbiamo bisogno di 5mila euro per realizzare la cupola nel nostro giardino che ospiterà le persone. E’ li che saranno svolte tutte le attività e in poco tempo abbiamo raccolto oltre 3mila euro – incalzano – Mancano pochi giorni per arrivare alla cifra che ci serve, e hanno partecipato persone da tutto il mondo. Chiediamo l’aiuto di tutti per realizzare il nostro sogno. L’obiettivo infatti, è quello di incentivare il territorio creando anche economia circolare”.

 

Permettere alle persone di venire qui per staccare totalmente la spina

E il Covid? “Il periodo non è dei migliori, ne siamo pienamente consapevoli – sottolineano – ma questo non ci scoraggia. La parte esterna che costruiremo nel nostro giardino sarà progettata da un architetto in modo da rispettare tutte le normativa anti Covid vigenti e permettere alle persone, Dpcm permettendo, di venire qui per staccare totalmente la spina. L’aiuto di tutti serve per aggiungere spazio alla sala dove accoglieremo le persone e costruire un patio. La struttura che abbiamo pensato è una particolare cuopola chiamata “cattedrale aerea” immersa nel verde che permette di sentirsi immersi nella natura e protetti al contempo. È progettata per essere aperta d’estate e riscaldata in inverno”.

Attraverso la realizzazione della cupola l’intento è quello di dare a tutti la possibilità di partecipare  alle attività di Home restaurant. Apriremo al pubblico nelle giornate a tema, rispettando i criteri di cucina naturale e utilizzando le piante dell’orto, erbe spontanee e prodotti di aziende agricole eticamente sostenibili, realizzando corsi di alimentazione naturale, di prodotti fermentati, di panificazione con grani antichi e così via. Al contempo svilupperemo un centro olistico dove svolgere consulenze di naturopatia, seminari di costellazioni familiari, seminari di art therapy, yoga e meditazione.

 

Due donne e un crowdfunding per avviare un’impresa locale: “Il nostro sogno è un Home restaurant e Centro di ricerca personale”

Emilia e Alice concludono: “Vorremmo anche ampliarci come laboratorio erboristico che prevede la coltivazione di erbe officinali, e la produzione di oleoliti ed olii essenziali, da tutte le erbe coltivate e da quelle spontanee. Come già accaduto in passato, vogliamo organizzare insieme alla comunità della montagna solstizi ed eventi all’insegna di teatro, musica e natura. Questo perché crediamo nelle potenzialità di questo luogo e di queste attività, perché in questo momento più che mai c’è bisogno di riprendere contatto con se stessi attraverso l’arte e la natura e i saperi antichi dell’uomo”.

 

Facebook Le Susine (3) Le Susine | Facebook

 

Articolo redatto a cura di  https://www.bolognatoday.it/cronaca/le-susine-loiano-home-restaurant.html

Author: Gaetano